Miglior Televisione

Se vuoi comprarti una nuova televisione, oggi hai a disposizione più scelta che mai, con i modelli in HD, in 4K e le smart TV. Non importa quale sia il tuo budget oppure i pollici che desideri avere, perché troverai un modello per ogni esigenza. Vediamo quindi insieme una lista dei modelli che abbiamo testato noi di Per Un’altra TV in esclusiva per voi.

  • Prodotto
  • Prezzo
  • Voto
  • Ideale per
  • Dimensione dello schermo
  • Tipo
  • HDR
  • Input video
  • Porte HDMI
  • Brillantezza dello schermo
  • Livello di nero
  • Contrast ratio medio
  • Frequenza di aggiornamento
  • Input lag (per videogiocare)
  • Acquista

miglior televisioneQual è la migliore televisione da comprare?

Negli ultimi tempi il mercato delle televisioni è cambiato molto, sia in termini di tecnologie che in termini di prezzo. I cari modelli in 1080p standard hanno ormai fatto il loro tempo, e stanno venendo gradualmente sostituiti dai nuovi televisori con pannelli OLED (organic light-emitting diode) e l’ultra defizione (UHD, oppure 4K). Quindi qual è la migliore televisione da acquistare? Di seguito tratteremo i punti principali da tenere in considerazione per poter scegliere la nuova tv, oltre che parlare delle televisioni che abbiamo testato, ovviamente.

Le migliori TV in 4K

Il dilemma della scelta di una nuova TV in origine è stato un avvincente duello tra i modelli in 720p (con risoluzione 1280 per 720, cioè poco meno di un milione di pixel) ed i modelli in 1080p (con risoluzione 1920 per 1080, cioè poco più di due milioni di pixel). Successivamente è diventato un duello tra i modelli 1080p contro i modelli in UltraHD, altresì conosciuti come 4K (con risoluzione di 3840 per 2160, cioè otto milioni di pixel). Nell’anno corrente il duello non esiste più: Il 4K è diventata la risoluzione standard per tutti i modelli prodotti dalle aziende manifatturiere, siano essi modelli di TV di medie dimensioni oppure di grandi dimensioni.

La risoluzione maggiore ormai non è più strettamente collegata ad un prezzo impossibile, ed oggi si possono trovare delle TV da 65 pollici in risoluzione 4K per meno di mille euro. Ormai è praticamente impossibile trovare televisioni con più di 40 pollici che non siano in 4K. Ed infatti, nella nostra lista tutti i televisori sono in 4K.

le risoluzioni del televisore

La maggior parte delle TV in 4K ha degli accessori collegati che ti permettono di streamare contenuti in 4K, ma nel caso in cui un modello non lo prevedesse, è possibile aggirare questo limite con un media streamer in 4K che utilizza una connessione HDMI 2.0. Infatti la maggior parte dei contenuti nei servizi di streaming è ora liberamente disponibile in 4K, ed anche i contenuti presenti nei dischi Blu-Ray si stanno adattando all’Ultra HD, anche se questa risoluzione non è stata ancora adottata dalle reti televisive in digitale come la Rai oppure la Mediaset. Se hai una connessione ad internet molto veloce, potrai gustarti molti programmi in risoluzione 4K su Amazon Prime oppure su Netflix (ed i contenuti originali prodotti da questi due colossi dell’intrattenimento ormai vengono direttamente realizzati in questa risoluzione). Anche i nuovi film vengono rilasciati in digitale in 4K, attraverso varie piattaforme di streaming on-demand.

Gli Ultra HD Blu-ray discs sono nuovi dispositivi fisici per la conservazione e la riproduzione dei contenuti, e prendono il posto dei vecchi dischi Blu-Ray. Però non sperare di poterli riprodurre nel tuo vecchio lettore per Blu-Ray: Hai bisogno di un lettore Blu-Ray Ultra HD oppure di una consolle Microsoft Xbox One S per poter leggere questi nuovi dispositivi. La buona notizia è che conservano i contenuti video in 4K utilizzando l’HDR, e possono anche l’audio in surround avanzato se le tue casse lo suppoortano. E poiché si tratta di un dispositivo fisico, in questo caso non hai motivo di preoccuparti della tua connessione ad internet.

Mi conviene aspettare l’uscita dell’8K?

No.

Non c’è motivo di preoccuparsi già dell’8K. Sicuramente se te lo stai chiedendo è perché ne hai già sentito parlare, inoltre il nuovo standard HDMI 2.1 è stato realizzato con l’idea di supportarlo a pieno come nuovo standard. Ma le TV in 8K non saranno accessibili ai consumatori prima di diversi anni.
Le televisioni in 8K possiedono una risoluzione di 7680 per 4320, cioè quattro volte il numero di pixels di un televisore in 4K. Negli ultimi anni i grandi marchi produttrici delle TV hanno mostrato i televisori in 8K principalmente per mostrare al pubblico il proprio concetto teorico sui questi modelli, ma ad oggi non sono stati fatti grossi passi in avanti. Attualmente non ci sono modelli in 8K acquistabili in Italia e non ci sono nemmeno in America che è solita poter acquistare i nuovi televisori con un buon anticipo rispetto agli altri paesi al mondo. Non solo non sono presenti nei negozi, ma non sono neppure all’orizzonte. Secondo l’HDMI Forum, solo nel tardo 2020 verranno immessi nel mercato i primi modelli di televisioni in 8K, con circa 900.000 unità, praticamente il nulla.

Vedremo i primi televisori in 8K solamente nei prossimi anni, ed inizialmente (come sempre) saranno estremamente costosi per il consumatore. Ci vorranno quindi molti anni prima che l’8K possa diventare lo standard caratteristico delle TV, oltre a poter avere un prezzo abbordabile dalla gran parte dell’utenza.

Come se questo non bastasse, al momento non esistono contenuti in 8K disponibili, e nessuno studio o distributore ha ancora parlato di voler rilasciare in 8K i propri contenuti. Non ci sono nemmeno dispositivi fisici oppure servizi di streaming che offrano contenuti per questa risoluzione. Anche se, non so come, tu riuscissi ad acquistare un televisore in 8K oggi, saresti costretto a vedere contenuti in 4K upscalati, cioè l’immagine non sarebbe affatto nitida ma sarebbe allungata e stiracchiata. Per tutta questa serie di motivi non occorre ancora preoccuparsi dell’8K, ci vorranno molti anni prima che diventi una realtà.

High Dynamic Range (HDR)

Mentre il 4K è ormai la risoluzione standard quando si procede all’acquisto di un nuovo televisore, ci sono alcune tecnologie aggiuntive che dovresti tenere a mente prima dell’acquisto. I contenuti HDR (High dynamic range) permettono la trasmissione di molte più informazioni sullo schermo rispetto al normale segnale video. Pur mantenendo la risoluzione inalterata, questa tecnologia offre ai pixel del televisore una gamma di colori ed una quantità di luce di gran lunga maggiore.

Grazie ai nuovi LCD ed ai pannelli OLED, le televisioni di alta fascia possono trasmettere una gamma di colori decisamente più vasta e delle sfumature di chiaro e scuro decisamente più definite rispetto al passato. Il vecchio segnale video è stato realizzato tenendo a mente le limitazioni degli ormai vecchi modelli di TV, usavano quindi un set ben definito di colori ed informazioni della luce contenuti nel segnale. L’HDR spezza questi limiti e va ben oltre. In poche parole, la tecnologia HDR permette una quantità di colori più vasta ed una luminosità che va ben oltre alla luminosità posseduta dai vecchi modelli di televisori.

tv 4k ultrahd premium

L’HDR è ancora una tecnologia in fase di sviluppo, e può causare confusione. Esistono infatti due tipi di HDR disponibili nelle televisioni: l’HDR 10 ed il Dolby Vision. L’HDR 10 è uno standard aperto che usa i valori dei colori a 10-bit. L’associazione UHD Alliance certifica le televisioni che posseggono i requisiti per l’HDR 10 standard, insieme ad un minimo di rapporto di luminosità e contrasto, come UltraHD Premium. Il Dolby Vision, invece, è uno standard chiuso usato da Dolby, che supporta i colori in 12-bit e che determina sul momento le fasce nel segnale da trasmettere allo schermo, basandosi sullo schermo stesso e sulle necessità della scena. Le televisioni che possiedono il Dolby Vision lo segnaleranno nella scatolone dell’imballaggio.

Ma nuovi standard di HDR stanno iniziando a spuntare fuori, ma non hanno ancora raggiunto il livello di accettazione che hanno attualmente l’HDR 10 ed il Dolby Vision. L’Hybrid Log Gamma (HLG) è uno standard sviluppato dalla BBC e dalla rete Giapponese NHK, che risulta essere retrocompatibile coi vecchi segnali video stantard posseduti dalle vecchie TV. Nel frattempo, Samsung ed Amazon Video stanno lavorando sull’HDR10+, che dovrebbe aggiungere dei metadata variabili alla luminosità, permettendo di conseguenza il cambio di brillantezza e di buio di scena in scena. Vedremo in futuro cosa ne sarà del risultato.

I contenuti HDR sono generalmente più rari rispetto ai contenuti in UHD, però la loro disponibilità sta gradualmente crescendo. Gli Ultra HD Blu-Ray usano l’HDR 10 e supporteranno gli HDR standard aggiuntivi, mentre Netflix offre i propri film e serie TV utilizzando il Dolby Vision. Quale dei due standard sia il migliore è difficile da definire, in quanto l’HDR 10 punta ad offrire la miglior qualità visiva senza fregarsene di tutto il resto, ed è più facile da giudicare tecnicamente, mentre il Dolby Vision è realizzato per aggiustare la qualità visiva in base ai limiti ed alla necessità dello schermo della tua televisione. Ad ogni modo, non ha molta importanza quale tecnologia sceglierai, in quanto in entrambi i casi la qualità dell’immagine sarà comunque di gran lunga superiore a quella delle vecchie TV tradizionali che non supportano queste due tecnologie.

Alla ricerca degli sconti

Solitamente, ogni anno escono nuovi modelli di TV, e le aziende produttrici svelano le nuove televisioni per l’anno corrente a Gennaio. Questo però non significa che i prezzi dei modelli dell’anno precedente crolleranno velocemente. Le nuove televisioni, infatti, di solito non saranno sugli scaffali dei negozi prima di primavera, quindi c’è un periodo di circa 3-4 mesi dove saprai quali saranno i nuovi modelli in uscita, ma non potranno essere acquistati. Quindi se in questo periodo dovessi trovare degli sconti importanti sui televisori dell’anno precedente, ed il modello di televisore ti soddisfa, dovresti approfittarne.

Inoltre, tieni sempre gli occhi aperti sugli eventi sportivi più importanti dell’anno, come ad esempio l’inizio del campionato di calcio o della coppa del mondo. In concomitanza con questi eventi potresti trovare degli sconti davvero importanti sulle televisioni in vendita. Come sempre, fai attenzione al modello in vendita, in quanto differenti fasce di televisione potrebbero offrire differenti prestazioni.

Durante il Black Friday, inoltre, potresti trovare degli sconti pazzeschi sui televisori di fascia medio-bassa, ma ovviamente la qualità video che otterrai da questi modelli non potrà minimamente essere paragonata alla qualità video dei modelli di fascia alta.

Qual è la miglior TV economica?

Le TV economiche possono sembrare molto allettanti, in particolar modo se non sei ancora passato al 4K ed i prezzi superiori a 1000€ ti spaventano. Tuttavia dovresti fare molta attenzione quando vedi una televisione che offre il 4K HDR a poche centinaia di euro, in quanto potresti restarne deluso.

Le prestazioni tra le televisioni economiche possono variare di molto, ma in genere si aggirano su un livello mediocre. Ovviamente possono esserci delle eccezioni, rari casi in cui si può trovare una televisione che combina un’alta qualità dell’immagine ad un prezzo stracciato, ma sono casi rari da trovare. È più facile cadere nel mare di modelli di TV economiche che non sono affatto all’altezza dei modelli d’alta fascia.

Inoltre, è tendenzialmente sbagliato affidarsi ai grandi marchi come garanzia di qualità delle TV economiche. Mentre è vero che le grandi aziende come LG, Samsung e Sony realizzano delle televisioni dalla qualità indiscussa nelle fasce alte di prezzo, è altrettanto vero che i modelli economici realizzati da queste aziende non sono affatto migliori dei brand meno conosciuti che sono specializzati in produzione di televisioni economiche. Anzi, se il tuo budget è basso dovresti proprio affidarti ai brand meno conosciuti, in quanto non andrai a spendere soldi inutilmente per il brand ed è quindi più facile trovare un televisore qualità in linea col prezzo.

Qual è la differenza tra OLED e LED?

Quando vennero introdotte più di un decennio fa, le televisioni al plasma furono le uniche ad avere lo schermo piatto. Ma ormai sono un tipo di TV morto e sepolto, il plasma non è più una tecnologia attuale. Ciò significa che la tua sceltra sarà principalmente tra due tipi: la scelta varierà tra le TV aventi lo schermo LCD (che sarebbero le televisioni al LED) oppure i più costosi schermi OLED.

Prima di tutto c’è da fare una considerazione. Sebbene usino entrambi i pannelli LCD, le TV al LED e le TV LCD sono sempre state considerate due tipologie diverse di televisione. Normalmente i pannelli LCD non possiedono luce, quindi devono essere illuminati in qualche modo. Gli schermi al LED illuminano gli LCD coi propri LED, mentre le TV LCD usano il CCFL (cold cathode fluorescent lamps) per la retroilluminazione. Ma la retroilluminazione CCFL ha ormai fatto il suo tempo, e praticamente ogni televisione in commercio oggi possiede i LED che permettono l’illuminazione degli LCD.

televisioni led oppure oled

Ma tra i vari design si nascondono ulteriori differenze. Le televisioni che dispongono dei LED, infatti, possono prevedere la retroilluminazione oppure in alternativa l’illuminazione lungo i bordi dello schermo. Le televisioni che dispongono della retroilluminazione, come dice il nome, presentano uno scomparto contenente una vastissima gamma di LED proprio dietro al pannello, rendendo le dimensioni dello schermo leggermente maggiori, ma consentendo una illuminazione omogenea e, nei modelli di gamma maggiore, permettendo l’aggiustamento dinamico della luminosità a seconda delle scene riprodotte sullo schermo. L’illuminazione lugno i bordi permette la riproduzione di ottime immagini ma, tuttavia, i produttori di televisioni stanno rendendo questi modelli sempre più piatti, impattando sulla gamma dei LED e sulla qualità. Indipendentemente dalla tecnologia, e come tutte le cose, la luminosità e la qualità delle immagini è profondamente legata al prezzo di acquisto.

Gli schermi OLED (organic light-emitting diode) usano una tecnologia molto costosa oltre che rara, e nonostante il nome simile, sono completamente differenti dalle televisioni al LED. Il loro funzionamento, infatti, è molto più simile al funzionamento che avevano le televisioni al plasma. Ogni diodo genera sia colore che luce, permettendo di realizzare televisioni molto più piatte rispetto alle televisioni al LED. Inoltre, possono presentare una qualità visiva di alto livello, specialmente nella gestione dei livelli di nero. Al momento, LG e Sony sono le uniche marche manifatturiere che presentano alcuni modelli OLED, e questi pochi modelli risultano molto costosi, con TV da 55 pollici che possono partire da un prezzo minimo di 2.000€ fino ad arrivare a 15.000€ (col modello più costoso in assoluto che presenta la tecnologia OLED).

Qual è la dimensione ideale per un buon televisore?

Una TV troppo grande può essere scomoda da guardare tanto quanto lo è una televisione piccola oppure una posizionata troppo lontano, quindi non presumere che una televisione grande sia sempre la scelta migliore. Solitamente, la dimensione di un televisione si sceglie in base a quanto lontano andrai poi a posizionarla. Generalmente, la distanza tra il divano (o comunque il posto in cui ti siederai) e la TV deve essere compresa tra l’1,2 e l’1,6 volte la misurazione diagonale dello schermo. Quindi, per esempio, se il tuo divano è a un metro e mezzo di distanza, uno schermo da 37 a 52 pollici dovrebbe andare bene.

Dovrei comprarmi uno schermo curvo?

La maggioranza delle migliori televisioni hanno lo schermo piatto. Gli schermi curvi erano una novità di qualche anno fa, quando diverse case di produzione (e la Samsung in particolare) lanciarono le televisioni a schermo curvo etichettandole come una rivoluzione del settore, e reclamando tanti fantomatici benefici che si sarebbero avuti dall’acquisto di questi schermi. Ma nei nostri test, onestamentamente, questi benefici non li abbiamo visti nemmeno col binocolo.

schermo curvo

Dal punto di vista delle prestazioni, non c’è alcun motivo per optare per uno schermo curvo. Mentre è vero che per il gaming, uno schermo curvo può incrementare l’immersività del videogiocatore, c’è da dire che per un normale televisore questo aspetto non sussiste e, specialmente se a guardare la TV è tutta la famiglia, le persone che sono costrette a guardare lo schermo dai lati potrebbero percepire un effetto di distorsione. Da un punto di vista del design, gli schermi curvi potrebbero apparire accattivanti, ma di certo quest’unico aspetto non può giustificare l’alto sovrapprezzo a cui vengono venduti rispetto ad uno schermo piatto.

La frequenza di aggiornamento ed il contrast ratio

Uno dei maggiori problemi che ci si presenta quando valutiamo l’acquisto di un nuovo televisore, specialmente se non si è esperti, è sicuramente il riuscire a divincolarsi dall’elevato numero di specifiche che ogni televisore presenta. Per facilitarti il lavoro possiamo dirti che due delle specifiche maggiori, cioè la frequenza di aggiornamento ed il contrast ratio, possono tranquillamente essere ignorati.

La frequenza di aggiornamento è la velocità con cui il pannello aggiorna l’immagine mostrata, ed è espressa in hertz (60Hz, 120Hz, 240Hz, 480Hz, oppure 600Hz). Quindi si tende a pensare che, una velocità di aggiornamento maggiore possa risultare in un’esperienza visiva più regolare. Ma in realtà ci sono diversi motivi per cui ciò non sia vero, e quindi non vale la pena andare a spendere di più per avere una frequenza di aggiornamento più veloce. Normalmente, 60Hz sono sufficienti per guardarsi i film e 120Hz sono abbastanza per videogiocare (in questo caso, però, ricorda sempre di abbassare gli Hz a 60 quando non starai videogiocando e starai vedendo dei film, oppure ti ritroverai davanti ad un orribile effetto soap).

Il contrast ratio, d’altro canto, è la differenza tra il nero più scuro ed il bianco più brillante che il pannello può mostrare. In teoria, avere il più elevato contrast ratio possibile è preferibile in quanto vari livelli di nero e di bianco contribuiscono a fornire una qualità dell’immagine più nitida. Tuttavia, non c’è una misura standard che permetta alle case di produzione di misurare questa specifica, quindi i numeri indicati (ad esempio) dalla Samsung potrebbero non essere comparabili ai numeri presentati dalla Panasonic, dalla Sharp o da qualsiasi altro brand. E come puoi ben immaginare, i venditori tendono a giocare sull’elevato contrast ratio per alzare il prezzo. Il nostro consiglio è quello di ignorare ogni modello di televisione che esprima il livello di contrasto in milioni, e ignorare addirittura anche quei fantomatici modelli che si vantano di avere un contrasto infinito: a meno che non siano dei modelli LG OLED (infatti questa è l’unica tipologia di televisione che abbiamo testato e che abbiamo visto riuscire effettivamente a produrre un infinito livello di contrasto, con un livello di nero che parte da 0 perfetto), le migliori televisioni tendono ad avere un contrast ratio intorno alle 5 cifre e non di più.

amazon prime video

Smart TV, applicazioni e servizi

Oggigiorno quasi tutte le migliori TV offrono applicazioni ed il Wi-Fi integrato. Queste caratteristiche ti permettono di connettere il tuo televisore ad internet ed accedere a tutte quelle piattaforme che trasmettono film, programmi e serie TV, come Prime Video, Netflix, oppure Youtube.

Molte altre televisioni integrano i social network come Facebook e Twitter, mentre altre televisioni offrono intere applicazioni scaricabili che possono essere utilizzate dalla TV. Molti marchi come Samsung ed LG hanno sviluppato una propria piattaforma a cui accedere con le proprie smart TV, mentre altri marchi come la Sony si basano su piattaforme esterne come Amazon Fire TV, Android TV, Roku TV.

Queste applicazioni sono generalmente disponibili anche nella maggior parte dei lettori Blu-ray, nelle maggiori console per videogiochi, ed anche nei dispositivi di streaming più economici, quindi non si può dire che siano applicazioni vitali, ma di certo risultano essere applicazioni comode.

Le giuste connessioni ed il giusto cablaggio

La tua TV ideale dovrà possedere le giuste connessioni video non solo attuali, ma anche future. L’input più importante è l’HDMI, che supporta tutte le maggiori piattaforme di trasmissione di segnali video inclusi i lettori Blu-ray, le console dei videogiochi, i cellulari, i tablets, i computer, le fotocamere e le videocamere. La maggioranza delle migliori televisioni offrono tre o quattro porte HDMI, ma alcune potrebbero averne solo due. L’HDMI è la connessione migliore che attulamente abbiamo a disposizione per trasmettere i segnali video in 1080p dai nostri apparecchi alla TV. Se stai pensando all’acquisto di un televisore 4K, dovrai assicurarti che le porte HDMI siano HDMI 2.0. Questo è lo standard più recente che arriva a supportare i segnali video in 4K a 60 frames al secondo.

cavi hdmi

Per il cablaggio, a meno che tu non abbia intenzione di installare un grosso sistema di home theater con cavi collegati tra dispositivi fino a 7-8 metri, i marchi ed i prezzi non hanno molta importanza. Abbiamo ovviamente testato le prestazioni dei cavi di alta qualità con i cavi più economici, e non ci sono grandi differenze tra loro. I cavi di alta qualità potrebbero essere realizzati con materiali migliori e che durano di più nel tempo, ma al livello di prestazioni non c’è troppa differenza, quindi puoi tranquillamente acquistare i cavi più economici.

Come calibrare la TV

Una volta acquistata, potresti voler calibrare la TV. Noi possiamo guidarti per effetturare gli aggiustamenti necessari, ma ormai molte televisioni hanno questa caratteristica autoguidata e integrata nel proprio menù. Se hai acquistato una televisione molto costosa, potresti voler assumere un professionista che ti calibri la televisione onde ottenere la miglior immagine possibile, ma per la maggior parte delle persone sarà una spesa non necessaria.

Aggiungere un impianto audio

Le TV possiedono delle casse integrate che funzionano bene, nel senso che ti permettono di ascoltare i dialoghi, ma oltre a ciò sono generalmente pessime. Con alcuni aggiustamenti è possibile migliorare la tua esperienza audio di film e videogiochi acquistando un impianto audio esterno, come può essere una soundbar oppure un sistema home theater multi canale.

Se lo spazio è limitato così come il budget, la scelta migliore ricadrà sull’acquisto di una sounbar. Le soundbar sono lunghe e strette, e possiedono degli speakers da posizionare sotto la tua televisione. Sono piccole e facili da impostare, e soprattutto sono economiche. Tuttavia, le soundbar non separano abbastanza i canali audio, quindi il posizionamento dei suoni potrebbe non essere molto accurato, ma la qualità audio delle soundbar sta migliorando costantemente anno dopo audio.

TV da esterno

Generalmente le TV non sono fatte per poter essere usate all’esterno. Non sono in grado di sopportare temperature estreme o significative quantità di umidità o sporcizia. Se vuoi una televisione da esterno hai bisogno di un design particolare, realizzato appositamente per le tue necessità.

Aziende come SunBriteTV possono esserti di aiuto, in quanto realizzano televisioni da esterno che possono sopportare una fascia di temperature decisamente maggiore rispetto alle normali TV, e sono protette da tutti quegli elementi esterni presenti nell’aria che potrebbero rovinare la tua miglior televisione. Realizzano televisioni che riescono a resistere alla pioggia e alla neve, grazie ai materiali protettivi con cui vengono realizzate. Ma tutto ciò si ripercuoterà sul prezzo, ovviamnete, e solitamente queste televisioni costano il doppio rispetto alle normali TV.

LG OLED AI ThinQ 55B8 - da 55'' - 4 K Cinema Vision, HDR, Dolby Atmos (4 K OLED LG TV, Smart TV)

2.299,00
1.159,00  disponibile
38 nuovo da 1.109,00€
6 usato da € 1.062,99
Acquista ora
Amazon.it
al Marzo 21, 2019 8:44 pm

Caratteristiche

  • Artificial Intelligence ThinQ α7 Intelligent Processor
  • OLED 4K Cinema HDR: l 4K Cinema HDR di LG riproduce fedelmente le immagini così come sono state pensate dai registi, per vivere un'esperienza veramente cinematografica. Compatibile con i più avanzati formati HDR Dolby Vision, Advanced HDR by Technicolor, così come HDR10 Pro, HLG Pro e HDR Effect.
  • Dolby Atmos: Solo il sistema audio Dolby Atmos diffondendo il suono a 360 gradi in ogni direzione, permette di sentirsi veramente immersi nel cuore dell'azione. Un suono chiaro, ricco e profondo in tutte le sue sfumature. Pura emozione che risveglierà i tuoi sensi.
  • Design Cinema Screen